Home Spotlight Il Telegraph lancia l’allarme: piani segreti per la successione di Elisabetta d’Inghilterra 

Il Telegraph lancia l’allarme: piani segreti per la successione di Elisabetta d’Inghilterra 

3 min read
0
0
227

Il Commonwealth ha avviato un piano segreto per decidere chi dovrà succedere alla regina Elisabetta d’Inghilterra dopo la sua morte: lo rivela oggi martedì 13 febbraio il quotidiano britannico “The Telegraph” il quale ricorda come, benché in Gran Bretagna sia considerato pacifico che il principe Carlo siederà sul trono alla morte della madre, il ruolo di capo del Commonwealth non sia affatto ereditario.

Cosicché ieri sera è emerso che l’associazione delle ex colonie dell’Impero britannico ha incaricato un gruppo di lavoro “ad alto livello” per studiare il da farsi: il gruppo si riunirà a Londra nei prossimi giorni con la partecipazione del segretario generale del Commonwealth; una fonte dell’organizzazione citata dal “Telegraph” ha dichiarato che, “benché sia un argomento spiacevole, la questione della successione prima o poi si porrà“. Elisabetta II fu nominata alla testa del Commonwealth in seguito alla sua incoronazione a regina d’Inghilterra, dopo che sette dei 53 paesi che compongono l’organizzazione l’avevano accettata come proprio capo di Stato.

 

Attualmente diversi paesi del Commonwealth, come ricorda il “Telegraph”, preferirebbero eleggere un presidente dell’organizzazione piuttosto che accettare automaticamente la successione dinastica del principe Carlo: le riserve nei suoi confronti emersero nel 2009 quando il sito WikiLeaks rivelò il contenuto di una nota riservata in cui l’indiano Amitav Banerji, direttore del segretariato del Commonwealth per gli Affari politici, scriveva ad un diplomatico Usa a Londra che il principe Carlo “non gode dello stesso rispetto” della madre Elisabetta. Il gruppo di lavoro nominato negli scorsi giorni ha davanti a se’ due opzioni: decidere di nominare Carlo come una scelta “una tantum” oppure elaborare una riforma dello statuto in base alla quale anche in futuro il Commonwealth accetterebbe automaticamente alla sua testa il capo di Stato della Gran Bretagna; le sue conclusioni saranno sottoposte al vaglio del vertice dei capi di Stato e di governo dell’organizzazione che si terra’ a Londra nel prossimo mese di aprile.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Spotlight
Comments are closed.

Check Also

RUSSIA NEGA AVVELENAMENTO EX SPIA: JOHNSON, “SEMPRE PIÙ ASSURDO”

Continua il botta e risposta tra il Cremlino e le istituzioni d’oltremanica sulla vi…