Home Focus Spagna con i riflettori su Igor il Russo:
la vita in cella è da eremita

Spagna con i riflettori su Igor il Russo:
la vita in cella è da eremita

1 min read
0

Dura e controllatissima la vita in carcere di Igor il Russo. L’assassino  arrestato a metà dicembre nel Paese iberico per gli omicidi di due agenti della Guardia Civil e di un allevatore, in cella non parla con nessuno. Non vuole comunicare neppure con i parenti, rinuncia all’ora d’aria e l’unica cosa che fa è leggere la Bibbia.
E’ arrivato nel penitenziario di Zuera due settimane fa e da allora è rinchiuso in una piccola cella all’interno di un reparto di isolamento dove ci sono altri 23 detenuti.
Nella stanza c’è una sola finestra che non si può aprire. Il letto è fissato alla parete e il personale del carcere controlla il prigioniero da uno spioncino. Ogni giorno la cella viene perquisita.

La vita di Igor è stata raccontata dai giornali spagnoli e ripresa dal Resto del Carlino.

 

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Focus
Comments are closed.

Check Also

RUSSIA NEGA AVVELENAMENTO EX SPIA: JOHNSON, “SEMPRE PIÙ ASSURDO”

Continua il botta e risposta tra il Cremlino e le istituzioni d’oltremanica sulla vi…