Home Generalista Siria, organizzazioni umanitarie: no a ritorno forzato rifugiati

Siria, organizzazioni umanitarie: no a ritorno forzato rifugiati

2 min read
0

Diverse organizzazioni umanitarie hanno avvertito oggi i paesi che ospitano rifugiati siriani in Medio Oriente e Occidente contro il ritorno forzato di queste persone in Siria. In un rapporto, le organizzazioni deplorano una tendenza allarmante in favore delle deportazioni.
“Centinaia di migliaia di rifugiati rischiano di essere forzati al ritorno in Siria nel 2018, nonostante le continue violenze”, hanno dichiarato le organizzazioni, tra cui il Norwegian Refugee Council (Cnr) e Care International. Il rapporto, intitolato “Terra pericolosa”, sottolinea che le misure per rimpatriare i rifugiati nel loro paese stanno diventando sempre più importanti nelle prospettive del paese ospitante. “Mentre la situazione militare in Siria è cambiata e il contesto è più suscettibile a politiche retoriche e contro i rifugiati in tutto il mondo, i governi hanno iniziato nel 2017 a considerare apertamente il ritorno dei rifugiati nel loro paese”, si sottolinea nel rapporto.
Il numero di rifugiati tornati in Siria è stato di 721.000 nel 2017, rispetto ai 560.000 dell’anno precedente. “Al momento, per la stragrande maggioranza dei siriani fuggiti dalla guerra e dalla violenza, un ritorno non sarebbe né sicuro né volontario”, ha detto il segretario generale del Cnr Jan Egeland.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Generalista
Comments are closed.

Check Also

Mondiali 2026 in Marocco, Blatter: “è ora di tornare in Africa!”

Lo svizzero Joseph Blatter, ex presidente della Fifa, ha dichiarato oggi il proprio sosteg…