Home Russia Russiagate: tra i nomi della lista nera c’è anche “lo chef di Putin”

Russiagate: tra i nomi della lista nera c’è anche “lo chef di Putin”

2 min read
0

Nell’ambito dell’inchiesta del Dipartimento di Stato americano denominata “Russiagate”, Yevgeny Prigozhin – insieme ad altri 12 russi e tre organizzazioni russe – è stato accusato dal governo degli Stati Uniti di essere parte di un  ampio sforzo per influenzare l’opinione politica durante le elezioni presidenziali degli Stati Uniti nel 2016. Prigozhin è conosciuto come”Lo chef di Putin”, un ricco uomo d’affari e ristoratore russo che ha guadagnato il favore di Vladimir Putin “attraverso il suo stomaco”.

Stando all’accusa,  Prigozhin e le sue società hanno fornito finanziamenti significativi all'”Internet Research Agency”, un gruppo con sede a San Pietroburgo, che usava post sui social media e pubblicità fraudolentemente per influenzare la corsa alla Casa Bianca

“Gli americani sono persone impressionabili, vedono ciò che vogliono vedere”, ha detto Prigozhin venerdì all’agenzia di stampa russa RIA-Novosti. “Non sono del tutto sconvolto di essere su questa lista. Se vogliono vedere il diavolo, lascia che lo vedano”.

Ex venditore ambulante di hot dog,  lo “chef di Putin” ha iniziato la scalata al successo con l’inaugurazione di uno dei ristoranti più raffinati di San Pietroburgo. E’ stato qui che Prigozhin ha attirato l’interesse di Putin. Da allora il leader russo ha preso sotto la sua ala benevola questo fenomeno culinario, tanto da portare l’allora francese Jacques Chirac a cena in uno dei suoi ristoranti.

Secondo il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Prigozhin intrattiene “rapporti d’affari ” diretti con il Ministero della Difesa russo.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Russia
Comments are closed.

Check Also

Russia: presidente Putin, traffico di stupefacenti minaccia per il paese

Il problema del traffico illecito di stupefacenti è una minaccia per la società russa e pe…