Home Primo Piano Putin rafforza la sua “Nato”: ad Astana per inglobare India e Pakistan nella Sco

Putin rafforza la sua “Nato”: ad Astana per inglobare India e Pakistan nella Sco

3 min read
0
0
264

Il presidente russo Vladimir Putin partecipa alla riunione dei capo di stato e di governo dell’Organizzazione di Shangai (Sco) che si tiene oggi e domani ad Astana e che è destinata a segnare una nuova era per la stessa Organizzazione. Il capo del Cremlino terrà incontri bilaterali con l’omologo cinese Xi Jinping e il primo ministro del Pakistan Nawaz Sharif. Con Xi sarà il secondo contatto nell’anno in corso (si erano già visti il 14-15 maggio a Pechino). E negli imminenti colloqui è previsto un approfondito scambio di opinioni su questioni relative alla Sco e altri vari aspetti della cooperazione russo-cinese nel quadro dell’Organizzazione, così come temi di attualità dell’agenda internazionale e regionale, rende noto l’ufficio stampa del Cremlino.

Non è un segreto che in Occidente la Sco viene vista come una specie di “anti-Nato”, sorta con l’intento di contenere e bilanciare la presenza statunitense nell’area centroasiatica: un’interpretazione che si è rafforzata da quando, nel 2005, da un summit della Sco è giunta la richiesta a Washington di mettere nero su bianco il ritiro delle proprie installazioni e dei propri soldati presenti in Asia centrale. Peraltro tra Putin e Sharif ci sarà uno scambio di opinioni sulle questioni internazionali di attualità, tra cui il coordinamento degli sforzi nella lotta contro il terrorismo e l’estremismo. L’incontro non è casuale: il Pakistan dovrebbe aderire all’Organizzazione come membro a pieno titolo. L’evento chiave del vertice sarà infatti l’adesione di India e Pakistan alla SCO, che si aprirà a una nuova fase, aumentando in modo significativo la sua credibilità nelle questioni internazionali. L’ingresso dei due scenario può essere paragonato all’entrata contemporanea di Grecia e Turchia nella NATO.
Non solo. Con India e Pakistan gli Stati membri della SCO arriveranno a coprire circa il 23% del territorio mondiale, rappresentando quasi la metà (45%) della popolazione del Pianeta e producendo circa un 1/4 del Pil globale. Oggi, gli Stati nel novero della SCO sono 18: 6 stati fondatori (Kazakistan, Cina, Kirghizistan, Russia, Tagikistan e Uzbekistan), 6 osservatori (Mongolia, India, Iran, Pakistan, Afghanistan e Bielorussia), e 6 partner il dialogo (Sri Lanka, Turchia, Azerbaigian, Armenia, Cambogia e Nepal).

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Primo Piano
Comments are closed.

Check Also

RUSSIA NEGA AVVELENAMENTO EX SPIA: JOHNSON, “SEMPRE PIÙ ASSURDO”

Continua il botta e risposta tra il Cremlino e le istituzioni d’oltremanica sulla vi…