Home Sud America Elezioni in Messico: candidata sequestrata e uccisa brutalmente

Elezioni in Messico: candidata sequestrata e uccisa brutalmente

2 min read
0

Domenica mattina Dulce Rebaja Pedro, esponente del Partito rivoluzionario istituzionale (Pri) e aspirante a una candidatura provinciale, è stata sequestrata e successivamente uccisa assieme a un cugino agente della polizia. Poche ore dopo lo zio di Rebaj Pedro è stato assassinato mentre si trovava a bordo della sua auto, riferisce il quotidiano “Milenio” segnalando che di un’altra familiare della politica non si hanno notizie da ore. A metà febbraio Antonia Jaimes Moctezuma, precandidato del Partito della rivoluzione democratica (Prd) a un’elezione provinciale, era stata uccisa mentre si trovava nel suo negozio. Nel darne notizia il Prd ricordava di aver contato, tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018, la morte violenta di dodici dei suoi dirigenti locali.

Dal so inizio, l’8 settembre scorso, erano stati contati 25 omicidi di politici a livello municipale e regionale. Su questo scenario si innesta la polemica per l’approvazione della legge sulla sicurezza nazionale. Il provvedimento assegna al presidente della Repubblica la funzione di decidere, in base a parametri precisi, l’impiego dell’esercito nelle operazioni di contrasto ai gruppi criminali. I molti detrattori ritengono però che la legge, tra le altre cose, finisca per rendere legale le funzioni di polizia dell’esercito, contro i principi generali della Costituzione. E nove sono stati i ricorsi presentati presso la Corte costituzionale, molti dei quali sono in attesa di essere esaminati.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Sud America
Comments are closed.

Check Also

Italiani scomparsi in Messico: mandato di arresto per il capo della polizia locale 

Il ministro degli esteri Angelino Alfano ha annunciato che “quattro membri della pol…