Home Primo Piano Guerra alla droga nelle Filippine, 
Duterte: “non collaborare con le indagini internazionali”

Guerra alla droga nelle Filippine, 
Duterte: “non collaborare con le indagini internazionali”

2 min read
0

L’autoritario presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, ha ordinato alla Polizia e alle Forze armate del suo paese di non collaborare con alcuna indagine internazionale in merito alla sanguinosa guerra al narcotraffico intrapresa dal suo governo. Durante un discorso alla presenza delle unità d’elite della Polizia nazionale nella sua città natale, Davao, Duterte ha affermato: “Quando si tratta di diritti umani, o di qualunque altro relatore si tratti, il mio ordine è questo: non rispondete. Non vi degnate”, . Rivolgendosi poi alle organizzazioni internazionali che chiedono con sempre più insistenza indagini a carico del suo governo, Duterte ha dichiarato: “Chi siete, voi, per interferire nel modo che ho di gestire il mio paese? Sapete benissimo che questo paese è divorato dalla droga”.

Duterte ha applicato a tutto il paese il pugno di ferro adottato nella lotta alla droga quando era sindaco di Davao. Grazie ad un’ operazione combinata di apparati di sicurezza, ambulanze e nettezza urbana, le forze di polizia irrompono nelle piazze di spaccio sparando a vista sia a spacciatori che a compratori. I mezzi ospedalieri e la nettezza urbana, poi, ripuliscono il campo da ogni traccia.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Primo Piano
Comments are closed.

Check Also

Fine dello stallo Germania: Bundestag vota nuovo governo Merkel IV

Sarà Angela Merkel a guidare per la quarta volta la Germania, grazie alla grossa coalizion…