Home Europa Italiani all’estero senza i programmi televisivi del cuore: l’appello del vicepresidente Ue Ansip

Italiani all’estero senza i programmi televisivi del cuore: l’appello del vicepresidente Ue Ansip

2 min read
0
0
379

Festival di Sanremo, partite di calcio della nazionale ma soprattutto spettacoli, fiction e programmi di approfondimento. Sono davvero tali e tanti i programmi che interessano gli italiani che diventa impossibile fare un elenco. Quello che veramente è difficile è riuscire a seguire i programmi di punta dell’emittente di Stato quando ci si trasferisce all’estero. Quello che più fa male agli emigranti è che chi dovrebbe tutelare le loro esigenze, consentendo di seguire il programma del cuore on-line anche all’estero, ha invece votato contro ovvero gli Eurodeputati. Le lobby sono riusciti a fare respingere la proposta sulla gestione dei diritti d’autore che voleva consentire di vedere show e fiction nazionali online in un altro Paese Ue.
A spezzare una lancia in favore dei due milioni di italiani all’estero è stato invece il vicepresidente della Commissione Ue Andrus Ansip che in un’intervista all’ansa ha dichiarato: “L’Italia deve garantire l’accesso online almeno a metà dei contenuti tv “made in Italy” ai 2 milioni di italiani che vivono in un altro Paese Ue e che finora sono trattati come se fossero traditori. Anche perché la Rai stessa sostiene le nostre idee”.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Europa
Comments are closed.

Check Also

RUSSIA NEGA AVVELENAMENTO EX SPIA: JOHNSON, “SEMPRE PIÙ ASSURDO”

Continua il botta e risposta tra il Cremlino e le istituzioni d’oltremanica sulla vi…